Image

Image

Negli anni siamo cresciuti molto guidati dalla nostra passione per le nuove tecnologie e per l’innovazione. Ogni giorno siamo alla ricerca di persone che vogliano condividere con noi questa passione e che siano impazienti di trasformarla in lavoro”.

Vuoi conoscerci più da vicino?

Ecco le nostre storie.

 

 

 

Quale percorso di studi hai intrapreso? 

Mi è sempre piaciuta moltissimo la matematica, quindi ho frequentato il liceo scientifico e poi ho deciso di studiare Ingegneria Informatica al Politecnico di Torino, scelta alimentata anche del mio grande interesse per la tecnologia ed i videogiochi.

Dopo aver concluso la triennale ho scelto come orientamento per la magistrale Grafica e Multimedia, dove oltre alle classiche materie di ingegneria informatica ho frequentato corsi di modellazione 3D, computer vision, computer animation e virtual reality. Ognuno di questi corsi comprendeva anche progetti pratici da svolgere in gruppi più o meno numerosi di studenti e questo è stato davvero utile sia per consolidare le competenze teoriche acquisite con lo studio sia per imparare a lavorare bene anche con altre persone, aspetto fondamentale nel mondo del lavoro.

Grazie ad alcuni di questi progetti poi è cresciuto ancora di più il mio interesse per il mondo dei videogiochi e per la mia tesi ho deciso di realizzare un serious game per l’addestramento dei vigili del fuoco tramite la simulazione di una situazione di emergenza in realtà virtuale.

Grazie a questo lavoro ho avuto modo di approfondire particolarmente il mondo della realtà virtuale, conoscendo e confrontando tra di loro diverse piattaforme e visori e pubblicando anche, insieme ai miei relatori, un articolo per la HUCAPP 2020 (una conferenza internazionale sull’interazione tra uomo e computer).

  

Come hai conosciuto Consoft Sistemi e perché hai scelto di lavorare con noi?  

Dal momento che durante la triennale avevo seguito tanti corsi teorici ma fatto ben poche esperienze pratiche, l’ultimo anno ho deciso di aggiungere al mio carico didattico un tirocinio da svolgere fuori dall’università.

Alcuni rappresentanti di Consoft Sistemi erano venuti al Politecnico a proporre alcuni stage da svolgere nella loro azienda e avevano attirato la mia attenzione perché appunto ero curioso di intraprendere un’esperienza lavorativa.

Ho svolto quindi uno stage qui durante l’ultimo semestre e mi sono trovato molto bene, imparando moltissime cose interessanti che non avrei mai appreso solo seguendo i corsi teorici della triennale. Poi mi sono iscritto alla laurea magistrale e due anni dopo, poco prima di laurearmi, sono stato nuovamente contattato da Consoft. Mi hanno proposto di lavorare ad un progetto di realtà virtuale, in un ramo molto simile a quello della mia tesi, che ha suscitato subito il mio interesse. Inoltre, anche se durante lo stage avevo lavorato in un settore diverso, avevo già avuto modo di conoscere ed apprezzare questo ambiente, quindi ho accettato la loro proposta e ho iniziato a lavorare qui subito dopo la laurea.

 

Raccontaci il tuo lavoro da Junior Application Developer

Il primo incarico che mi è stato affidato quando sono entrato in Consoft consisteva nel porting da un game engine a un altro di un’applicazione in realtà virtuale per l’addestramento di un tecnico tramite visore.

Ho svolto poi anche alcune attività di sviluppo back-end, ma nella maggior parte dei progetti a cui ho lavorato mi sono occupato principalmente della realizzazione di applicazioni mobile, sia multipiattaforma che native Android, specializzandomi in particolare sulla realtà aumentata.

Questo è un settore in costante evoluzione e mi permette ogni giorno di imparare e utilizzare strumenti e tecnologie innovative, oltre che creare applicazioni interessanti e coinvolgenti.

 

L’esperienza dello stage è stata utile a farti raggiungere la tua posizione di lavoro attuale?   

L’esperienza dello stage è stata sicuramente molto interessante perché mi ha permesso di iniziare a conoscere il mondo del lavoro e di svolgere esperienze pratiche sul campo, però dopo lo stage mi sono iscritto alla laurea magistrale e li ho maturato molte altre competenze più indirizzate al tipo di lavoro che svolgo adesso.

 

Che consiglio daresti ai ragazzi che vogliono intraprendere una carriera come la tua?

Non smettere mai di studiare, rimanere sempre aggiornati, informarsi e provare tutti i software e le tecnologie emergenti nel settore.

Credo sia molto importante studiare bene la teoria e capire bene i concetti alla base di ciò che si vuole ottenere prima di realizzarlo concretamente, ma allo stesso tempo non bisogna mai limitarsi a studiare concetti teorici senza provare ad applicarli a un caso d’uso reale. Ad esempio ogni volta che scopro un nuovo linguaggio o software che ritengo interessante, prima mi studio la documentazione e poi provo ad utilizzarlo per realizzare un’applicazione che avevo già sviluppato in precedenza con altri tool.

 

Trasforma la tua passione per le nuove tecnologie e l’innovazione nel tuo lavoro

-

Image
Image
Image
Image
© 2021 Consoft Sistemi S.p.A. - All Rights Reserved - via Pio VII, 127 - 10127 Torino - Partita IVA 05035220010 - R.E.A. 678159 Cap. Sociale € 2.568.938 int. vers.